il meglio di....

il meglio di....

venerdì 31 gennaio 2014

La Cappella Sistina


Cari amici,
 abbiamo deciso di dedicare un piccolo post ad un'opera artistica considerata tra le più ammirate e famose al mondo. Ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo fanno ore di fila per poter visitare e ammirare  un vero capolavoro artistico e culturale.





 Situata  all'interno dei musei vaticani, la Cappella Sistina prende il nome da Papa  Sisto IV della Rovere sotto il cui pontificato  fu costruita verso la  fine del 1400.

Nel 1500 Michelangelo Buonarroti  dipinse la parete di fondo con un'opera di immensa e rara bellezza " il Giudizio Universale".

Essa è considerata la più importante opera teologica visiva.

E' la sede del Conclave, in cui viene nominato il nuovo Pontefice, ed è la sede delle varie celebrazioni presiedute dal Santo Padre
 

Se ancora non vi siete recati di persona a visitarla, vi regaliamo un video (fonte youtube) nel quale potrete ammirare la maestosità di questo luogo.

Buona visione








giovedì 23 gennaio 2014

Internet dono di Dio, parola di Papa Francesco Italiadomani.net

da Italiadomani.net Internet dono di Dio, parola di Papa Francesco

Internet dono di Dio, parola di Papa Francesco

Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali del prossimo primo giugno è stato presentato stamani nella Sala Stampa della Santa Sede....

“Il Papa ci dice anche questo: non è che la rete toglie spazio alle relazioni faccia a faccia, ma la sfida è come valorizzare l’incontro, utilizzando sia le strade digitali sia le strade in cui possiamo incontrare faccia a faccia. Questa è quindi una prima sottolineatura: evitare il determinismo e dare il primato, invece, alla dimensione antropologica. La seconda anche è molto importante, e secondo me è una piccola ‘rivoluzione copernicana’ che rompe un luogo comune: la comunicazione non è trasmissione di contenuti, ma è riduzione di distanze, costruzione di prossimità”.

martedì 21 gennaio 2014

IL MURO DI BERLINO E LA SUA STORIA

Buongiorno a tutti.
Oggi voglio parlavi dell'ultimo mio viaggio fatto a Berlino.
Il  muro di Berlino ha rappresentato il "taglio"  in due non solo di una città, ma di un intero paese. Divideva la realtà sociale in una sfera americana e una sovietica. Sul muro è narrata la storia di una intera popolazione!




Fu eretto nella notte del 15 agosto del 1961 al fine di evitare la fuga dei  Berlinesi nel settore ovest della città. La città fu divisa in est e ovest, russi da una parte e alleati dall'altra, e venne creato un check-point per il controllo dei documenti, chiamato affettuosamente "Charlie". Le fughe dalla zona est verso ovest iniziarono quasi subito e le autorità della Germania occidentale, sotto lo sguardo vigile dell'URSS,  dotarono il muro  di sentinelle armate e filo spinato.
Solo il 9 ottobre 1989, in seguito ad una rivolta pacifica dei Berlinesi che da giorni stazionavano sotto le ambasciate il muro fu abbattuto con grandi festeggiamenti. 
Rimane comunque il segno indelebile di quanti hanno perso la vita e di quanti ancora oggi ricordano questa  grande "divisione". 
Oggi Berlino è una città "Giovane", nuova e, soprattutto, viva.
Riesce a trasmetterti sensazioni di libertà e rivincita di un popolo che ha sofferto e che è in grande ripresa economica e culturale.
Da visitare assolutamente!!!

                                                                                     jonatanb




lunedì 20 gennaio 2014

Dedicato agli uomini: Il baciamano

Cari amici,

se avete aperto questo post vi potete considerare uomini raffinati ed eleganti.

Il baciamano infatti è, a mio parere, la forma e il modo migliore per salutare una donna.


 Fine e delicato, il baciamano fa sentire la donna unica.

Purtroppo ai nostri tempi si usa pochissimo e il raro utilizzo di tale forma di saluto a volte può suscitare l'ilarità di chi ci circonda, con conseguente perdita di quel tocco di romanticismo emanato da tale gesto.

Naturalmente vi sono delle rigide regole da osservare, al fine di non trasformare tale saluto in un gesto volgare e irriverente.


A lezione di bon ton: Il baciamano.

Il baciamano in alcune occasioni può sostituire il bacio. Si bacia la mano soltanto a una signora (o a una signorina che per età consenta di essere ritenuta una signora). La mano di una donna, anche se giovane, in un momento di particolare rilievo: una concertista al termine di una esibizione, un'attrice, la vincitrice di un concorso. Si può baciare la mano dalla propria madre o della propria moglie, quando, incontrandosi, la sola stretta di mano sarebbe troppo poco e il bacio con abbraccio eccessivo.
La mano della signora è sempre nudasenza guanto: cercarle con la bocca il polso, oltre il guanto, è un gesto che era riservato alle amanti o alle cocotte.
Il baciamano è consentito soltanto in luogo chiuso e privato. Per capirci: nel foyer di un teatro, no; nel palco della signora, . Nei luoghi pubblici e all'aperto, naturalmente mai. Mai quindi per strada, in treno o in tram, in posta o in banca e neppure in ufficio.
Il baciamano deve essere eseguito in modo perfetto, un gesto naturale e disinvolto. L'uomo ha sempre la giacca abbottonata (significa che non bacia la mano di una signora quando è in tenuta sportiva o rilassata); alza leggermente la mano di una signora verso la bocca e accenna un inchino, sfiorando appena con le labbra la mano. Guardandola negli occhi. 
E' un saluto elegante e formale, ma per essere apprezzato bisogna saperlo fare.

da:
http://alezionedibonton.blogspot.it/2012/09/il-baciamano.html?spref=bl

domenica 19 gennaio 2014

Anche voi vi sentite una "matita" ?





Cari amici,

fra le tante storielle che vagano per il web qualcuna riesce ad attirare la mia attenzione più delle altre.

Personalmente sono rimasta affascinata dalla parabola della Matita.

Certamente tutti l'avrete letta.

Ciò che mi ha colpito in modo particolare è la semplicità con la quale la nostra esistenza è stata paragonata ad una matita. Io non ho mai avuto un buon rapporto con questo oggetto; ho distrutto un'infinità di matite. Non ho mai portato a termine una matita fino alla fine della loro esistenza, le mine si rompevano tutte a metà e io davo la colpa al temperamatite. Erano infatti i temperamatite che mi impedivano di instaurare un buon rapporto con le mie matite!

Ho sempre litigato con le matite! Non era colpa loro, poverine,  ero io che non le sapevo utilizzare e allora optavo per la penna, salvo poi impiastricciare tutto con le cancellature indelebili.

Adesso scopro, tramite il web, che nella matita è racchiusa la chiave della nostra esistenza.



Madre Teresa di Calcutta si è definita la "matita di Dio", ossia un semplice oggetto nelle mani di Dio, uno strumento attraverso il quale Dio ha voluto e potuto realizzare un determinato progetto.

Sono come una piccola matita, nelle Sue mani, nient'altro.
È Lui che pensa. È Lui che scrive.
La matita non ha nulla a che fare con tutto questo.
La matita deve solo poter essere usata
 Certamente, se pensiamo a Madre Teresa di Calcutta come quella  piccola e semplice donna che è stata  in grado di realizzare grandiose opere, se pensiamo  alla determinazione e al coraggio dimostrato nel prendersi cura "dei più poveri dei poveri", non possiamo negare che il suo cammino sia stato guidato da una misteriosa forza.

 Quante volte anche noi abbiamo pensato che qualcosa, al di sopra di noi, stesse guidando il nostro cammino? Tutti almeno una volta nella nostra vita ci siamo sentite delle matite, o perché ci siamo stupiti di qualcosa che abbiamo realizzato o perché, ahimè ci è capitato qualcosa di imprevedibile che non siamo riusciti a gestire a nostro piacimento e siamo stati costretti ad accettare con rassegnazione.



Paulo Coelho è andato oltre e ha individuato cinque caratteristiche della matita che, senza dubbio, costituiscono qualità dell'esistenza umana:

"Questa matita possiede cinque qualità: se riuscirai a trasporle nell'esistenza sarai sempre una persona in pace col mondo.

“Prima qualità: puoi fare grandi cose, ma non devi mai dimenticare che esiste una Mano che guida i tuoi passi. 'Dio': ecco come chiamiamo questa mano! Egli deve condurti sempre verso la Sua volontà.


Seconda qualità, di tanto in tanto, devo interrompere la scrittura e usare il temperino. È un'azione che provoca una certa sofferenza alla matita ma, alla fine, essa risulta più appuntita. Ecco perché devi imparare a sopportare alcuni dolori: ti faranno diventare un uomo migliore.

Terza qualità: il tratto della matita ci permette si usare una gomma per cancellare ciò che è sbagliato. Correggere un'azione o un comportamento non è necessariamente qualcosa di negativo: anzi, è importante per riuscire a mantenere la retta via della giustizia.


“Quarta qualità: ciò che è realmente importante nella matita non è il legno o la sua forma esteriore, bensì la grafite della mina racchiusa in essa. Dunque, presta sempre attenzione a quello che accade dentro te.


Ecco la quinta qualità della matita: essa lascia sempre un segno. 
Allo stesso modo, tutto ciò che farai nella vita lascerà una traccia: di conseguenza impegnati per avere piena coscienza di ogni tua azione. ”



Spero che le mie matite siano finite in mani migliori ma spero, soprattutto, che il buon Dio mi "utilizzi", e ci utilizzi, nel migliore dei modi.
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/poesie/poesie-d-autore/poesia-52242>

sabato 18 gennaio 2014

Buon sabato sera!



Buon sabato sera! 


Beauty. Medicina estetica, il consiglio del medico per un viso sempre luminoso.

Salve a tutti,

Una nostra carissima amica, medico estetico, ci ha voluto regalare qualche utilissimo consiglio per mantenere un viso luminoso e sempre giovane.
Contrastare il decorso del tempo non è semplice, ma con qualche piccolo accorgimento e i consigli di un valido esperto siamo certi di riuscire ad ottenere un eccellente risultato.

Innanzitutto è necessario struccare bene il viso ogni sera con un detergente scelto in base al tipo di pelle e utilizzare una crema idratante o anti aging in base all'età. Questo consiglio è utilissimo soprattutto per le giovanissime, al fine di evitare quei  fastidiosissimi brufoletti o punti neri che sorgono inaspettatamente nei momenti meno opportuni. Una pelle perfettamente detersa e pulita è alla base di un make up certamente più luminoso e duraturo.  

Nei prossimi giorni seguiranno altri post per le giovanissime per mantenere il più possibile la pelle del loro viso priva di impurità.


 Altro fondamentale suggerimento del nostro medico è l'utilizzo quotidiano di una crema protettiva.

Al mattino la pelle del viso deve  infatti  essere sempre non solo idratata  ma anche  protetta con una crema solare con fattore di protezione 50. Tale consiglio vale anche durante la stagione invernale perché i raggi UVA, responsabili del fotoinvecchiamento e dell'insorgenza di tumori, colpiscono la nostra pelle sia d'estate che d'inverno.

Oltre al viso ogni trattamento deve essere esteso anche al collo , al décolleté e alle mani, in quanto anch'esse parti delicate e quindi esposte più facilmente all'aggressione di agenti esterni. Se poi volete migliorare ulteriormente il vostro aspetto, il medico suggerisce un trattamento di biorivitalizzazione.  

Cos'è la biorivitalizzazione?  
Questo ve lo diremo nei prossimi giorni. Abbiamo infatti intenzione di dedicare un post anche a questo miracoloso trattamento estetico.

Certamente, seguendo questi semplici consigli del medico la vostra pelle acquisterà un notevole miglioramento. 

Naturalmente, care amiche, e parlo soprattutto alle donne, ognuna di noi avrà particolari esigenze. 

Io ad es, dopo aver passato il latte detergente, sento la necessità di lavare il viso  con acqua  prima  di utilizzare la crema idratante. Farò bene? Non lo so, ma lo chiederò al nostro medico estetico.  Anche voi se avete delle domande o qualche particolare problematica potete commentare il post oppure lasciare un messaggio in privato a niclakoll@gmail.com , provvederemo a rivolgere la vostra domanda al nostro medico.


giovedì 16 gennaio 2014

LA GIUSTA ALIMENTAZIONE SECONDO "IL METODO ACIDO BASE"


Cari amici, eccomi di nuovo insieme a voi dopo un periodo di pausa per motivi personali.
Oggi vorrei parlarvi di un libro che ho avuto il piacere di leggere dal titolo:" IL METODO ACIDO BASE" di Hervè Grosgogeat.
E' un libro che consiglio  a tutti voi perchè riesce a dare dei validi insegnamenti per una giusta e sana alimentazione.
La teoria di questo grande studioso è basata sulla differenza tra cibi acidi e cibi alcalinici. Ed è proprio nella combinazione dei cibi che risiede il segreto della giusta alimentazione. Occorre, secondo Grosgogeat, applicare il metodo del 70/30 ossia il nostro piatto deve contenere il 70% di cibi alcalinizzanti (es. verdure) 30% cibi acidificanti (es. formaggi).
Nell'introduzione si legge:" non siete nè troppo corpulenti nè troppo stanchi nè troppo stressati ma forse semplicemente acidi"!






Io ho seguito il suo "metodo" ho trovato un grande giovamento non soltanto fisico ma anche psichico.
Tante malattie, secondo questo studioso, sono causate dalla acidità che  viene a crearsi nel nostro organismo a causa di una cattiva alimentazione.
La mancanza di una giusta ossigenazione nel nostro organismo provoca l'insorgere di diverse malattie.
Vi auguro una buona lettura e, soprattutto, buona vita a tutti!  

                                                       Jonatanb
 

Grazie!

Grazie!

Grazie a tutti voi che ci seguite e  che condividete i nostri post.

 Ma soprattutto grazie a tutti coloro che ci inviano preziosi e utilissimi suggerimenti.

Noi vi attendiamo sempre più numerosi  perché sappiamo che sono proprio  i vostri consigli a darci la possibilità di continuare a trasmettere emozioni, a farvi sorridere qualche minuto, o anche a distrarvi, per un breve periodo, dalle vostre attività e preoccupazioni quotidiane.

Grazie, grazie, grazie, grazie..................................................................

Una quotidiana regola di bon ton: le regole del "Saluto"






Quante volte vi siete trovati in difficoltà al momento di salutare una persona?

Spettava per primo a me? No, a lui/lei.

 Per strada, negli ambienti di lavoro, durante particolari cerimonie o eventi, a volte l' imbarazzo, la timidezza, e anche un po' di ignoranza, hanno il sopravvento ed ecco che ....la gaffe è fatta!

Il post che vogliamo ora condividere con voi contiene delle semplici e basilari regole di galateo che ci consentiranno di evitare in futuro spiacevoli situazioni.

 In ogni caso la regola fondamentale è: " A parità di sesso, età o grado, chi saluta per primo non sbaglia". Quindi, cari amici,  d'ora in poi, non lamentiamoci di non essere stati salutati da qualche amico/amica o conoscente. Mettiamo da parte la timidezza o anche l'orgoglio sapendo che, se salutiamo, non sbagliamo mai!

A lezione di bon ton: Salutare: le precedenze: Non tutti sanno che esistono regole anche su chi deve salutare per primo: lo faranno i più giovani verso i meno giovani, i meno ...

martedì 14 gennaio 2014

Roma di notte, meravigliosa!











Cavalli birichini




Divertente questo video. 

Anche i cavalli amano giocare sulla neve


Animation short! Bellissimo





Veramente carino questo brevissimo film d'animazione. 
E' possibile cambiare il nostro destino? 
Non è semplice dare una risposta.
 Magari si potessero infatti evitare "determinati momenti". 
A volte però è sufficiente un piccolo attimo o una piccola azione per cambiare il corso della nostra vita. 






Tutti bravi con QuizDuello? Il nuovo gioco a quiz che sta sostituendo Ruzzle e QuizCross

È il gioco del momento

Il nuovo social network ha ormai conquistato, e reso dipendenti, i giovani e i meno giovani.

 Si sfida l'avversario su domande di ogni genere: Lingua e letteratura, Attualità, Videogiochi, A tavola,  Tecnologia,  Benessere e salute, ecc.


Il gioco si articola in sei turni e ogni turno consiste nel  rispondere a tre domande. La scelta della categoria sarà fatta da ciascun giocatore in modo alternato ogni due turni.

E' divertente ed appassiona tutti ma, ahimè, spesso finisce con una delusione o con una falsa vittoria, avendo dato le risposte a caso.


 Certo la soddisfazione di vincere il duello è piacevole, lusinghiera e ci fa sentire culturalmente preparati; in caso di sconfitta si può sempre dire di aver dato un piccolo contributo al nostro bagaglio culturale.

Speriamo solo che le domande con le relative risposte, tra cui quella esatta, inserite dagli stessi giocatori, siano verificate da professori ed esperti delle varie categorie.

Ecco alcune domande, tra le circa 25000 attuali:
Come si chiama l'amico di Marcus Fenix, protagonista del videogioco " Gears of War", che lo libera dalla prigione?  Quale tra le seguenti pietanze può essere paragonata al piatto russo "Draniki"?  Che cos'è il "Panko"giapponese?  Qual è il significato della locuzione latina "Historia Magistra Vitae"?



Buon divertimento

sabato 11 gennaio 2014

L'amore ai tempi di Facebook. Video agghiacciante





Agghiacciante questo video ma purtroppo non troppo lontano dalla realtà. 

Se pensiamo che ormai la maggior parte dei rapporti umani nasce sui social network diventa sempre più difficile comprendere l'altrui personalità attraverso uno schermo. 

Un tempo i legami nascevano a scuola, all'università, negli ambienti di lavoro. 
Si instauravano rapporti non solo con una persona ma con tutto un cerchio di persone che ruotavano intorno ad essa: parenti, amici, colleghi. Ora si "chatta" con uno sconosciuto/a  e poi si fissa un appuntamento............



Per Facebook il 2013 è l’anno di Papa Francesco...italiadomani.net


Non c'era alcun dubbio. Papa Francesco ha conquistato tutti ed ha fatto parlare di sè nel migliore dei modi. Il suo carisma? Secondo me la semplicità, sapersi porsi non al di sopra ma accanto a tutti, soprattutto vicino ai più deboli.

Per Facebook il 2013 è l’anno di Papa Francesco

venerdì 10 gennaio 2014

Bellissima! Da leggere





Sul web ho trovato questo piccolo racconto. 
Non so chi l'abbia scritto però condivido pienamente la conclusione cui è giunto l'autore.

Il Carretto Vuoto

"Camminavo con mio padre quando, all'improvviso si arrestò ad una curva e dopo un breve silenzio
mi domandò:

Oltre al canto dei passeri,
senti qualcos’altro?

Aguzzai le orecchie e dopo alcuni secondi gli risposi:

Ascolto il rumore di un carretto
Giusto, mi disse.
E’ un carretto vuoto.

Io gli domandai:
Come fai a sapere che si tratta di un carretto vuoto se non lo hai ancora visto?

Allora mi rispose:

E’ facile capire quando è un carretto vuoto, dal momento che quanto più è vuoto tanto più fa rumore.

Divenni adulto e anche oggi quando vedo una persona che parla troppo, interrompe la conversazione degli altri, è invadente, si vanta delle doti che pensa di avere, è prepotente e pensa di poter fare a meno degli altri, ho l’impressione di ascoltare la voce di mio padre che dice: Quanto più il carretto è vuoto tanto più fa rumore.

Vi sono persone tanto povere che non hanno altro se non denaro
Nessuno è più vuoto di chi è pieno di sé
L’umiltà consiste nel tacere le proprie virtù per permettere agli altri di scoprirle.
L’umiltà, serena e mansueta, giunge in fondo alle radici in silenzio, nutrendole.
l’umiltà non fa rumore".

(Autore sconosciuto, web)

       Certo, mantenere un contegno umile in una società protesa all'arrivismo e fondata sul principio "mors tua vita mea" è difficilissimo. 
         Inoltre a volte una persona umile viene considerata poco intelligente e spesso viene superata da coloro che, assumendo atteggiamenti di superiorità,  riescono a conquistare la benevolenza altrui. 
      Ma tali rapporti sono destinati a durare? Alla base dei rapporti duraturi, di affetto e di amicizia, deve esserci sempre una dose di umiltà perché la superbia e la presunzione possono portare al successo ma si tratterebbe solo di una vittoria temporanea destinata a venir meno in breve tempo se non supportata da reali doti e virtù umane.

Spetta a noi raggiungere il giusto equilibrio in una società che ci vuole Intraprendenti e arroganti, da un lato, e la nostra indole  protesa a mantenere  la modestia e l'umiltà, virtù dalle quali scaturiscono i veri rapporti umani, dall'altro.  

Verissimo! Cose da evitare

www.unavitastraordinaria.com

Conoscete tutti il Finger Food ?




Vuoi fare un corso di Finger food mi chiese un'amica.

Finger food? Cos'è il Finger food? Le risposi.

Come, non lo sai? Avrai mangiato un'infinità di volte il Finger Food.

Noooooo, io adoro il Finger Food.
Ebbene si, non sapevo cosa fosse ma è la mia cucina preferita.


I classici salatini, arancini di riso,  mozzarelle e pomodorini su stuzzicadenti, tartine varie, tramezzini: tutto ciò è il Finger Food.

Tutto ciò che viene offerto nei nostri ricevimenti e si può mangiare senza l'uso delle posate.


 Però dobbiamo fare una precisazione.

Anche il  Finger food ha subito un'evoluzione e si sta diffondendo nei nostri ricevimenti con buffet assortiti, composti da deliziose  mini porzioni di cibo, elaborate nella loro preparazione ma semplicissimi da gustare.



 Guardate questi video, quanta bontà!


Ma anche quante piccole opere d'arte di cibo, divertenti da vedere e non solo da mangiare.

Buffet colorati e vivaci per un ricevimento pratico ma elegante!









Sicuramente vi sarà venuta l'acquolina in bocca.

Buon appetito!


Campionato Italiano di Finger Food







Verissimo! Prima o poi la " porta" si apre per tutti.

"A volte la vita è molto avara: passano giorni, settimane, mesi e anni senza che una persona avverta qualcosa di nuovo. Poi, quando apre una porta, nello spazio libero si riversa una vera e propria valanga. C'è un attimo in cui non si ha nulla, mentre quello successivo offre più di quanto si riesca ad accettare" ( Paulo Coelho, Undici minuti)

giovedì 9 gennaio 2014

La felicità.




Il video contiene i 18 principi della felicità secondo il Dalai Lama. 
Leggeteli, ne vale la pena. Anche perché alcuni sono semplici e sembrano banali, in realtà forse è proprio lì il segreto della felicità. 





mercoledì 8 gennaio 2014

Stupendo!

Stupendo quest'abito! Noi donne amiamo lo shopping ma a volte ci basta anche ammirare le vetrine dei negozi e ....sognare!

The black hole! L'occasione fa l'uomo ladro non c'è dubbio ma....... ahimè :-)




Divertente questo video! 

Il nostro amico voleva fare il furbetto ma ...






Bellissima! A volte ci facciamo tante domande e la risposta è semplicissima





Le ragazze sono come le mele sugli alberi.

Le migliori sono sulla cima dell'albero.


Gli uomini non vogliono arrivare alle migliori, 


perché hanno paura di cadere e ferirsi.

In cambio, prendono le mele marce che sono cadute a terra, e 


che, pur non essendo così buone, sono facili da raggiungere.

Perciò le mele che stanno sulla cima dell'albero, pensano

che qualcosa non vada in loro, mentre in realtà


"Esse sono grandiose". Semplicemente devono essere


pazienti e aspettare che l'uomo giusto arrivi, colui che sia


cosi coraggioso da arrampicarsi fino alla cima

dell'albero per esse.


Non dobbiamo cadere per essere raggiunte, chi avrà


bisogno di noi e ci ama farà


di TUTTO per raggiungerci.


La donna uscì dalla costola dell'uomo, non dai piedi per


essere calpestata, ne dalla testa per essere superiore.


Ma dal lato per essere uguale, sotto il braccio per essere


protetta, e accanto al cuore per essere amata.

William Shakespeare

Ottima notizia! LIBERO FAMILY: IL MELOGRANO E' VELENO PER I TUMORI...



Ottima  notizia, speriamo sia vera anche perché il melograno è buonissimo.
Lo avete mai provato nella vostra macedonia? Vi assicuro che è stata una piacevole sorpresa, sia per per il palato sia per la vista.

LIBERO FAMILY: IL MELOGRANO E' VELENO PER I TUMORI...: Il melograno è una ricca fonte di acido ellagico, una sostanza recentemente portata alla luce dalla ricerca e contenuta anche nei lamponi, ...

LIBERO FAMILY: Flash mob nella metropolitana di Copenagh :) belli...

LIBERO FAMILY: Flash mob nella metropolitana di Copenagh :) belli...: http://youtu.be/gww9_S4PNV0

martedì 7 gennaio 2014

"Proibito gettare immondezze" Scripta manent! Bellissimo e ancora attuale



Passeggiando per le vie del centro storico di Roma si possono notare queste antiche insegne



Per ordine di Monsig. Illmo Presidente delle strade si proibisce espressamente a tutte e singole persone di qualsivoglia grado che non ardischino di gettare o far gettare immondezze sotto qualunque pretesto quanto in questo luogo quanto nel circuito di tutto il palazzo ma si debba gettare l'immondezza nel cantone incontro alla fontanella sotto pena di scudi dieci et altre pene contenuti nelli bandi ed a tenore dell'editto pubblicato qui affisso li V aprile MDCCXXXXVI






"Mons. Presidente delle strade proibisce a qualunque persona di gettare immondezze e di farvi il mondezzaro in questo sito...."







Passano gli anni, passano i secoli ma coloro che gettano rifiuti per le vie delle città ci saranno sempre, in qualsiasi tempo e luogo.














domenica 5 gennaio 2014

Le verità nascoste. Video divertente







Divertente questo video. 
Contiene anche molte verità, chi ha il coraggio di ammetterlo?





Raccapricciante!





Un uomo viene divorato da un'orca mentre si accinge a fare il bagno in mare.
 Orribile! 
Speravo fosse un fake ma sembra proprio vero, da non crederci.




sabato 4 gennaio 2014

2014: inizia la sfida contro il tempo.



Cari amici,

         Vi anticipo che presto daremo preziosi consigli e suggerimenti su come migliorare il nostro aspetto fisico e il nostro benessere, anche attraverso l'alimentazione.


        Validi medici si prenderanno cura del nostro benessere psico-fisico  regalandoci consigli in materia di medicina estetica e di alimentazione e tenendoci aggiornati sulle novità  in questi settori.

       Siete pronti ad iniziare il Nuovo Anno all'insegna del rinnovamento estetico, per combattere l'inesorabile trascorrere del tempo?  

Sono certa che riusciremo egregiamente a vincere tale sfida non solo migliorando il nostro aspetto fisico esteriore bensì anche il nostro umore e le nostre relazioni sociali. 

Prendersi cura della nostra persona è infatti un obbligo che abbiamo non solo per noi stessi ma soprattutto verso gli amici, colleghi, conoscenti: nei confronti di tutti coloro che per vari motivi, di amicizia o professionali, vengono a contatto con noi. Intrattenere relazioni sociali ed emanare una gradevole sensazione di benessere psico-fisico ci aiuterà a migliorare la qualità dei nostri rapporti umani.

Vi aspetto presto per leggere insieme i consigli delle nostre dottoresse e per metterli in pratica.

Baci 



La Festa dell'Epifania tra Sacro e Profano




Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio i tre Re Magi,Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, guidati dalla stella cometa, si misero in viaggio verso la grotta di Gesù Bambino per adorarlo e portargli tre doni: oro, incenso e mirra. La Chiesa Cattolica festeggia questo evento il 6 gennaio, Festività della Epifania.
Befana moderna





        La leggenda narra che i tre Re Magi mentre percorrevano la strada chiesero indicazioni ad una vecchietta  e la invitarono ad unirsi a loro. 
          La vecchietta non seppe rispondere e si rifiutò di accompagnarli; dopo qualche minuto,  si rese conto dell'importanza dell'evento e dell'incontro con i Re Magi e tentò di raggiungerli, ma non ci riuscì.
 
        Da quel momento ogni anno nella notte tra il 5 e il 6 gennaio la vecchietta esce per portare doni a tutti i bambini nella speranza di incontrare Gesù Bambino.


    Amici cari, anche la leggenda della Befana insegna che dobbiamo prestare attenzione alle opportunità che la vita ci offre e non lasciarcele sfuggire.



Buona Festa dell'Epifania a tutti e......

...... Buon giro notturno a tutte le mie amiche, care e belle Befanone - magari ci incontriamo- con l'augurio che sappiate cogliere presto tutte le belle opportunità che la vita vi (ci) riserva.

Baci